Lug 08

Cucina Amore Mio

Posted by Camilla in Blog e ricettari | Varie
Cucina Amore Mio

Cucina Amore Mio è il blog di cucina di Daniela, una simpaticissima cuoca romana piena di vita e voglia di fare. Daniela non fa la cuoca per mestiere ( o almeno non ancora), nasce come grafica e finisce tra i fornelli per una serie di vicissitudini che la portano a dover cambiare le passioni e le abitudini […]

Cucina Amore Mio è il blog di cucina di Daniela, una simpaticissima cuoca romana piena di vita e voglia di fare.

Daniela non fa la cuoca per mestiere ( o almeno non ancora), nasce come grafica e finisce tra i fornelli per una serie di vicissitudini che la portano a dover cambiare le passioni e le abitudini di sempre. Abbraccia quindi la sua nuova vita  e, con le mani in pasta e tanta buona volontà, inizia a formarsi ed informarsi: internet, riviste, TV e corsi di cucina.

Dopo i primi anni, nel 2010 arriva  il momento di condividere con il mondo la propria passione ; nasce così il suo blog e Daniela diventa una vera foodblogger.

Le sezioni del sito sono molte e un’occhiata andrebbe data a tutte,  soprattutto al ricettario, con più di 600 ricette tutte collaudate, fotografate e ben spiegate.

Per leggere tutte le ricette di Daniela e saperne un po’ di più su di lei e la sua passione basta collegarsi a www.cucinaamoremio.com. Ce n’è per tutti i gusti, dal dolce al salato, con qualche idea in più per le feste e le occasioni speciali ed una sezione dedicata ai corsi di cucina che ha seguito in questi anni.

cucina amore mio +

Buona lettura, buon appetito e alla prossima recensione 🙂

 

 

Giu 13

Igiene in cucina

Posted by Camilla in Cucina
Igiene in cucina

Se vi chiedessi: “Secondo voi in quale stanza della vostra casa albergano più germi?”, la risposta che probabilmente la maggior parte di voi darebbe sarebbe “Ovviamente il bagno”. Sbagliato! La stanza con la carica batterica più alta delle nostre case non è il gabinetto ma la cucina. Per avere un’idea vi basterà sapere che nel solo […]

igiene in cucinaSe vi chiedessi: “Secondo voi in quale stanza della vostra casa albergano più germi?”, la risposta che probabilmente la maggior parte di voi darebbe sarebbe “Ovviamente il bagno”.

Sbagliato! La stanza con la carica batterica più alta delle nostre case non è il gabinetto ma la cucina.

Per avere un’idea vi basterà sapere che nel solo lavello la quantità di germi è 100.000 volte maggiore rispetto a quella del water, per non parlare di tutti i contaminanti che portiamo puntualmente in cucina, sulle superfici e nel frigo, anche con prodotti apparentemente puliti.

Come fare quindi per diminuire la carica batterica delle nostre cucine? Beh, basta seguire 7 semplici regole:

  1. Pulite regolarmente con cura le superfici di lavoro con acqua calda e sapone, togliendo di mezzo tutti gli oggetti che accumulano sporcizia e che non usate.
  2. Lavate le mani in maniera accurata con acqua calda e sapone, sciacquatele bene e asciugatele prima di iniziare a cucinare.
  3. Controllate la temperatura del frigo, che non deve mai essere superiore ai 5°C. La carne cruda (come il pollo) va tenuta sul ripiano inferiore e ben coperta, per evitare di contaminare gli altri alimenti del frigo.
  4. Pulite il tagliere e tutti gli utensili utilizzati in acqua calda e sapone ogni volta che li utilizzate cercando di utilizzare taglieri differenti per la carne cruda e la verdura.
  5. Cambiate (o lavate con cura) almeno una volta a settimana gli strofinacci, la tovaglia e le spugne.
  6. Per la pulizia utilizzate i prodotti destinati alla cucina,sono formulati appositamente per eliminare i germi garantendo una certa sicurezza per essere utilizzati là dove mangiamo e cuciniamo.
  7. La carne di pollo e di maiale, più contaminata rispetto a quella di mucca, va sempre cotta bene, senza lasciare parti crude.
Giu 13
Il Bimby, il robot tutto fare della Vorwerk

Cucinare tutti i giorni per colazione, pranzo e cena, soprattutto per famiglie numerose spesso diventa un vero e proprio incubo. Di strategie ce ne sono tante ma una più di tutte, specialmente tra le mamme a tempo pieno, sta prendendo sempre più piede nelle case di tutta Italia: il Bimby. Innanzitutto capiamo bene di cosa […]

BimbyCucinare tutti i giorni per colazione, pranzo e cena, soprattutto per famiglie numerose spesso diventa un vero e proprio incubo. Di strategie ce ne sono tante ma una più di tutte, specialmente tra le mamme a tempo pieno, sta prendendo sempre più piede nelle case di tutta Italia: il Bimby.

Innanzitutto capiamo bene di cosa si tratta.
Il Bimby è il robot da cucina della Vorwerk, è in grado di sostituire molti degli elettrodomestici che abbiamo in casa (ad esempio il frullatore, la grattugia, la bilancia o la centrifuga) e si presta benissimo per la preparazione di tutte le ricette possibili ed immaginabili che si possano eseguire in casa (sughi, impasti come pizza e pane, marmellate, risotti, pasta, carne, succhi di frutta, verdure al vapore, dolci al cucchiaio e non, ecc…)

Funzioni del Bimby:

  • Pesa
  • Frulla
  • Trita
  • Mescola
  • Affetta
  • Macina
  • Sminuzza
  • Polverizza
  • Impasta
  • Amalgama
  • Cuoce (anche a vapore)

Grazie alla sua versatilità è un ottimo compagno in cucina, soprattutto quando si vuole ottenere il massimo risultato con il minimo sforzo.
Perché dico così? Facciamo un esempio: il sughetto semplice al pomodoro. Normalmente dovremmo prendere il tagliere, sminuzzare tutto con la mezzaluna o con il coltello, soffriggere in una padella stando attenti a non bruciare tutto, aggiungere la passata e poi continuare a mescolare per evitare che il sugo si attacchi alla pentola, sporcando tutto il piano cottura.
Con il Bimby invece si trita l’aglio, la cipolla e gli odori in 20 secondi, si aggiunge l’olio, il pomodoro e si imposta il tempo, la temperatura e la velocità di mescolamento. Fine, in 10 minuti il sugo è pronto. Non dobbiamo stare lì a girare costantemente per evitare che si attacchi tutto, non sporchiamo niente, basta impostare tempo e cottura e fa tutto automaticamente.
…sembra un sogno, vero?

In più si pulisce da solo; dopo aver utilizzato il boccale basta aggiungere acqua e sapone e far andare le lame per qualche minuto.

Insomma, specialmente per chi non ha molto tempo per stare dietro ai fornelli, il Bimby è l’ideale.

Se volete dare un’occhiata a tutti i piatti deliziosi che è possibile realizzare basta andare su Bimby Mania, un ricettario online gratuito e una community di tutti gli appassionati di cucina e di Bimby che ogni giorno vi mostrano cosa è possibile portare in tavola grazie a questo fantastico robot da cucina.

Attenti però, potrebbe venirvi fame 🙂

 

Gen 05

Celiachia

Posted by Mafy in Cucina
Celiachia

Negli ultimi anni ci siamo trovati ad affrontare il problema della celiachia : sempre più persone infatti, senza distinzione tra bambini e adulti, si trovano ad affrontare questa grave intolleranza alimentare. La celiachia è una condizione digestiva attivata dall’ingestione della proteina del glutine, la quale si può trovare in alimenti quali il pane, la pasta, i biscotti, […]

Negli ultimi anni ci siamo trovati ad affrontare il problema della celiachia : sempre più persone infatti, senza distinzione tra bambini e adulti, si trovano ad affrontare questa grave intolleranza alimentare.

La celiachia è una condizione digestiva attivata dall’ingestione della proteina del glutine, la quale si può trovare in alimenti quali il pane, la pasta, i biscotti, la pizza e ogni altra pietanza contenente frumento, orzo o segale (anche l’avena può contenere glutine).

Quando una persona affetta da celiachia ingerisce alimenti contenenti glutine, si provoca una reazione immunitaria nell’intestino tenue risultante in un suo danneggiamento e quindi difficoltà nell’ assorbire certi nutrienti dal cibo.

Alcune teorie suggeriscono che la celiachia si sia manifestata nell’uomo quando esso passò da una dieta a base di carne e frutta secca ad una a base di grassi ad alto contenuto proteico come il grano. Comunque è solo negli ultimi 50 anni che i ricercatori hanno ottenuto una migliore conoscenza delle sue cause e di come trattarla.

Non esistono sintomi tipici della celiachia. La maggior parte delle persone affette hanno problemi generici come una diarrea intermittente, dolori addominali o magari possono anche non manifestare alcun problema gastrointestinale. I sintomi della celiachia possono simulare quelli di altre malattie come colon irritabile, ulcere gastriche, morbo di Crohn, infezioni parassitarie, anemia, disordini della pelle o disturbi nervosi.

La celiachia si può manifestare anche in modi meno ovvi, includendo cambiamenti del comportamento come irritabilità o depressione, disturbi allo stomaco, dolori alle giunture, crampi muscolari, eczemi cutanei, ferite alla bocca, disordini ai denti o alle ossa e movimenti delle gambe e dei piedi (neuropatia).

Le cause esatte della celiachia sono sconosciute. Quello che si sa per certo è che si tratta di un difetto ereditario. Se un individuo ce l’ha, normalmente si manifesta anche nel 10% dei parenti prossimi. Può verificarsi a qualsiasi età, anche se solitamente i sintomi non appaiono finché il glutine è introdotto nella dieta.

Spesso, per motivi non molto chiari, questa malattia si manifesta dopo alcune forme di trauma: ad esempio infezioni, maternità, forte stress, danni fisici o operazioni chirurgiche. Se è noto che qualcuno nella famiglia ha la celiachia, conviene effettuare un controllo. Questo soprattutto per evitare le complicazioni derivanti dalla mancata cura della malattia.

Moiludi by  wordpress themes