Dic 31
Inseguimento e pestaggio sul GRA di Roma

ROMA – Folle inseguimento notturno sul Grande raccordo anulare di Roma, tra una Fiat 600 ed una Ferrari finito poi con un’aggressione fisica e due arresti, dopo un serrato testa a testa, con tanto di speronamenti. Il conducente della Fiat è stato picchiato selvaggiamente sulla corsia d’emergenza dal ferrarista, reo di non averlo fatto sorpassare. […]

ROMA – Folle inseguimento notturno sul Grande raccordo anulare di Roma, tra una Fiat 600 ed una Ferrari finito poi con un’aggressione fisica e due arresti, dopo un serrato testa a testa, con tanto di speronamenti.

Il conducente della Fiat è stato picchiato selvaggiamente sulla corsia d’emergenza dal ferrarista, reo di non averlo fatto sorpassare. La scena è stata però notata da un carabiniere libero dal servizio che ha chiamato il 112 prima di intervenire con i colleghi. Arrestati, così, due romani di 30 e 32 anni, il ferrarista e un amico già noti alle forze dell’ordine.
L’inseguimento è iniziato sul Gra, all’altezza dell’uscita Pontina, dove il conducente della Fiat non si è lasciato superare dalla Ferrari che lo seguiva. Indispettito da tale atteggiamento, il ferrarista ha prima speronato l’utilitaria e dopo averla bloccata, è sceso dal veicolo e, insieme all’amico, ha preso a pugni il 32enne che la guidava. All’interno della Ferrari sono stati rinvenuti 27.500 euro in contanti: la provenienza del denaro, sequestrato assieme alla Ferrari, dovrà essere chiarita. Il conducente della 600 è stato portato al Sant’Eugenio per i soccorsi; ne avrà per qualche settimana.

Moiludi by  wordpress themes